Vincenzo Parrinello

Candidato alla presidenza
FIDAL 2021/2024

Una vita dedicata allo Sport

Nato a Catania il 3 giugno 1958, è residente a Roma. Ha conseguito la maturità classica al liceo “Cutelli” di Catania. È laureato in Giurisprudenza ed è Generale di Brigata della Guardia di Finanza.

Consulente della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal 1/1/2012 al 30/6/2013, presso l’Ufficio per lo Sport durante il Governo Monti, quale esperto per lo sport.

Comandante del Gruppo Atletico Fiamme Gialle (Atletica Leggera) dal 1985 al 1997, Comandante di tutti i Gruppi Sportivi Fiamme Gialle dal settembre 1997 al settembre 1998 e dal novembre 2000 (dall’ottobre del 1998 al novembre del 2000 è stato Comandante del Gruppo Operativo Antidroga in Sicilia.)

Presidente delle Società Fiamme Gialle di Atletica Leggera, Judo, Karate, Nuoto, Tiro, Scherma, Canottaggio, Canoa, Vela e del Gruppo Sciatori Fiamme Gialle con circa 250 atleti di livello internazionale.

Docente nei Master di “Management dello Sport” in diverse Università italiane.

Nella Federazione Italiana di Atletica Leggera è stato vicepresidente dal 7 dicembre 2012 al 1 dicembre 2016. Confermato per il quadriennio 2017/2020 è stato nominato Vicepresidente vicario il 6 novembre 2016. È stato Vicepresidente vicario del Comitato Regionale Lazio dal 1988 al 1996 e componente della commissione regolamenti della FIDAL dal 1993 al 1996. Componente e membro della Segreteria di Coordinamento del Comitato Nazionale delle Società della FIDAL dal 1990 al 2001. Membro della Commissione Carte Federali dal 2001 al 2004.

È stato nominato dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) Vicecommissario straordinario della Federazione Italiana Sport Invernali (FISI), dal 31 agosto 2011 al 31 marzo 2012. Nell’ambito della stessa federazione è componente della Commissione Carte Federali.

Nell’ambito del Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), ha ricoperto dal 1982 l’incarico di membro e, dal 9 novembre 2005, la carica di Presidente del Comitato Tecnico di Atletica Leggera, è stato Presidente del Comitato Tecnico di Canoa durante i Secondi Giochi Mondiali Militari.

Il Consiglio Internazionale dello Sport Militare ha pubblicato un suo articolo su “Sports, phisical education, selection of athletes and trining organization in the Armed Forced of Italy”.

Allenatore e Dirigente di pallavolo. Consigliere Nazionale della Lega Pallavolo di serie “A” dal 1978 al 1984.

Fiduciario CONI per la XIII Circoscrizione del Comitato Provinciale di Roma dal 1985 al 1993.

Ha partecipato, in qualità di relatore, a numerosi seminari e convegni in Italia e all’estero sull’attività sportiva delle Forze Armate e sull’attività di contrasto al traffico di prodotti anabolizzanti.

Ha fatto parte dei comitati organizzatori di varie manifestazioni sportive nazionali ed internazionali tra cui i Campionati Mondiali di Atletica Leggera di Roma 1987, le Universiadi 1997, i Campionati Mondiali militari di Atletica Leggera 1986, 1989 e 2002, i Giochi Mondiali Militari di Roma 1995, di Catania 2003 ed Aosta 2010. E’ stato Presidente del Comitato Organizzatore della 24a Edizione della Coppa Europa per Clubs di Atletica Leggera 1998, della Coppa Europa di Corsa Campestre a Mantova nel 2005 ed a Milano nel 2011 e del Campionato Italiano a squadre di judo maschile nel 2005. Componente del Comitato Organizzatore dei Campionati Europei Juniores di Atletica di Grosseto 2001, dei Campionati Mondiali Juniores di Atletica di Grosseto 2004, degli European Champion Club in Cross Country del 2005, del Campionato Italiano a squadre di judo maschile nel 2007, del Trofeo 6 Nazioni di Sci nel 2008, dei Campionati Mondiali di Maratona CISM di Carpi (MO) e dei Campionati Assoluti di Sci alpino maschile e femminile nel 2009.

E’ stato, inoltre, presidente della Commissione di controllo qualità dell’Accomodation olimpica in occasione dei XX Giochi Olimpici invernali di Torino 2006.

È stato insignito della “Stella d’oro al Merito Sportivo” del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, nominato “Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e “Grande Ufficiale” dell’ordine al merito del Consiglio Internazionale dello sport militare.